Laguna Nord terra sospesa tra cielo e acqua

Dal Campeggio si potrà (all’apertura dei cantieri del Mose) facilmente partire con canoe o altre piccole imbarcazioni alla scoperta dell’affascinante Laguna Veneziana, soprattutto nella parte dell’Estuario Nord, caratterizzato dalle Isole di Burano, Torcello e Murano, e dalle valli e barene ancora incontaminate.

Valli e barene sono raggiungibili anche dagli amanti della bicicletta. Piste ciclabili, strade normali e sterrate permettono di raggiungere questi luoghi ancora selvaggi della Laguna. Il paesaggio visibile è unico nel suo genere e spazia dalle inabitate barene alle terre di Saccagnana, Mesole e Lio Piccolo, fino alle isole di Burano e Torcello, i cui campanili si riflettono sull’acqua.

news-01

Questi piccoli borghi, sorti in mezzo ad una natura ancora oggi selvaggia, mantengono una flora e fauna tipiche e uniche nel loro insieme. Vedrete garzette, aironi bianchi, cenerini e rossi, cormorani, cavallieri d’Italia, gabbiani reali e persino la nuova colonia di fenicotteri, assieme ad altre specie di fauna tipiche lagunari.

avifauna

Più lontano, passando da Cavallino attraverso la conca di navigazione e spingendovi verso Jesolo, potrete raggiungere anche Lio Maggiore, Valle Grassabò e le rive di Piave Vecchia: anche questi luoghi conservano lo stesso fascino selvaggio.

Di ritorno potrete percorrere la nuova pista ciclabile che vi porterà dal ponte tra Cavallino ed Jesolo al Faro di Punta Sabbioni, offrendovi la possibilità di deviare verso sud per addentrarvi nella bellissima pineta tra Ca’ Savio e Punta Sabbioni.

Un’ altra alternativa consiste nel percorrere la Via Pordelio, strada che costeggia l’omonimo canale, da cui si ammira un paesaggio lagunare e rurale i cui colori cambiano al passare delle ore e delle stagioni. A giugno, il canale di Pordelio è teatro del Palio Remiero delle Contrade, un’ entusiasmante manifestazione.

che vede prima la sfilata di barche addobbate a festa, seguita poi dalle regate di tipiche imbarcazioni lagunari (mascarete, caorline e gondolini), con equipaggi che rappresentano le 12 contrade locali. Il percorso si snoda lungo i 12 km del canale, dal Forte Vecchio di Lio Grando alla Piazza di Cavallino. L’intera manifestazione si può seguire in biciletta.